Leroy Merlin sta assumendo! Controlla le offerte di lavoro

Il famoso negozio di bricolage francese, Leroy Merlin, sta assumendo artigiani professionisti e sono disponibili posti per candidarsi in tutta Italia. Complessivamente, ci sono più di 50 opportunità di lavoro.

L’azienda Leroy Merlin nasce nel 1923 in Francia, ma solo nel 1996 arriva in Italia. Attualmente, Leroy è uno dei più grandi negozi di bricolage al mondo ed è diffuso in tutto il paese e in molti altri luoghi del mondo. Per darvi un’idea della grandezza di questa azienda, solo in Italia ci sono più di 50 negozi che impiegano 7.500 dipendenti (di questi, 1.300 sono artigiani).

Essendo un’azienda di grandi dimensioni e con una forza lavoro di migliaia di persone, è molto frequente che Leroy Merlin assuma dipendenti per lavorare nei settori più diversi. Tuttavia, attualmente, i posti vacanti disponibili in azienda sono per artigiani che desiderano formare una partnership non esclusiva con Leroy, ovvero un dipendente che lavora nel negozio soddisfacendo le richieste dei clienti (ad esempio, installazione, idraulica, falegnameria, tra gli altri), ma che puoi fare anche altri lavori da solo.

Come affermato in precedenza, Leroy ha punti vendita sparsi in tutte le regioni d’Italia. In questo contesto, per quanto riguarda i posti di lavoro disponibili, sono dislocati in più di 50 punti vendita, dislocati nelle città di: Giulio Cesare, Moncalieri, Collegno, Brescia, Seriate, Curno, Torazza Coste, Solbiate Arno, Pantigliate e Rozzano, Nova Milanese e altro.

Vuoi saperne di più su queste e altre opportunità di lavoro? Quindi fare clic sul pulsante in basso per continuare a seguire il nostro articolo completo:


Tutti gli annunci di lavoro pubblicati sono rivolti indistintamente a candidati di entrambi i sessi, nel pieno rispetto della Legge 903/1977.
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano connettersi tra loro in base a interessi e passioni. Per migliorare l'esperienza dei partecipanti alla community, sospendiamo temporaneamente i commenti agli articoli
© RIPRODUZIONE RISERVATA.


Torna in alto